31° Broccolo d’Oro 2024 a Carlo Monderna

Albano Laziale 13 giugno 2024

Una storia lunga 31 anni quella che vede l’assegnazione del Broccolo d’Oro.

Un evento che tra associati e ospiti ha registrato una partecipazione davvero significativa oltre 170 i presenti.

Riuniti a Villa Aricia si è avuta la possibilità di brindare e festeggiare a conclusione di una stagione che ha riservato molte soddisfazioni alla nostra Sezione.

Soddisfazioni che troveranno il compimento e la conclusione con le risultanze di fine anno attese da qualche nostro associato e associata e quindi da tutti noi.

Il Broccolo d’Oro 2024 è stato assegnato a Carlo Monderna nostro Vice Presidente Vicario e le motivazioni riportate sono solamente una sintesi della passione e dell’impegno per i quali Carlo merita questo importante riconoscimento. A Carlo il Consiglio Direttivo Sezionale ha voluto significare il riconoscimento all’unanimità.

Carlo assicura una presenza importante e costante per la nostra Sezione. Una presenza che vede Carlo impegnato in due aspetti, uno quello associativo e l’altro quello tecnico. Vorrei soffermarmi maggiormente su quello associativo in quanto il suo attaccamento e il suo amore verso la Sezione vengono testimoniati dalla sua costante e assidua presenza con una attenzione amorevole, delicata e sensibile verso i ragazzi. Sempre pronto a trovare una giustificazione per assolvere ed essere vicino ai ragazzi, cercando e trovando anche come dare loro comunque e sempre una mano. Carlo ha anche una grande e sviscerata passione per il suo ruolo nel Futsal o come meglio si potrebbe chiamare il Calcio a 5. I ragazzi del Calcio a 5 che hanno in Carlo l’Organo Tecnico Sezionale trovano in lui il riferimento assoluto e indiscusso anche e pur essendo in Organico Regionale o Nazionale”.

Una serata ricca di ospiti che ha visto la partecipazione del Presidente Nazionale Carlo Pacifici, di Stefano Archinà e Michele Affinito. Presenti i Presidenti di Sezione della REgione Lazio e numerosi Componenti di Organi Tecnici Nazionali. Ospite d’eccezione Carolina Morace che dopo il successo elettorale (eurodeputata eletta con oltre 32.000 preferenze) ha voluto essere della “partita”.