Quiz – Calcio A 5 – Regola 13
“I calci di punizione”

/13
0 voti, 0 media
7
Creato il
Calcio di punizione

Calcio a 5 (Regola 13)

13° Gruppo di 13 domande

Valuta la tua conoscenza del Regolamento dei Gioco del Calcio e del Regolamento Associativo con le domande, per il Calcio A 5, messe a disposizione dal Settore Tecnico!

1 / 13

Un calciatore batte un calcio di punizione con il pallone in movimento. Il calcio di punizione dovrà essere ripetuto.

2 / 13

Durante l'esecuzione di un calcio di punizione con la barriera posizionata all'interno dell'area di rigore, un calciatore difendente non rispetta la distanza prescritta e intercetta volontariamente il pallone con le mani dentro l'area. L'arbitro assegnerà un calcio di rigore e ammonirà il calciatore colpevole.

3 / 13

Il calciatore incaricato dell’esecuzione di un calcio di punizione diretto che ha chiesto la verifica della distanza regolamentare calcia prima del fischio dell’arbitro. Il calcio di punizione sarà ripetuto e il calciatore ammonito.

4 / 13

Il portiere esegue nella metà campo avversaria un calcio di punizione. Successivamente, senza che l'azione si interrompa o che un avversario abbia toccato il pallone, viene correttamente sostituito. Il portiere appena subentrato riceve il pallone da un compagno nella propria metà del terreno di gioco. L'Arbitro deve assegnare un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria nel punto in cui il portiere subentrato ha toccato il pallone.

5 / 13

L'Arbitro sanziona un retropassaggio irregolare con un calcio di punizione indiretto, dimenticandosi di alzare il braccio secondo la prescritta gestualità al momento della battuta dello stesso. La squadra segna direttamente una rete. L'Arbitro: farà ripetere l'esecuzione del calcio di punizione indiretto.

6 / 13

L'Arbitro accorda a una squadra un calcio di punizione diretto all’interno della propria area di rigore. Il calciatore che esegue il calcio di punizione passa il pallone direttamente al proprio portiere, che si trova in detta area, e quest’ultimo manca il pallone che entra in rete. Il calcio di punizione dovrà essere ripetuto.

7 / 13

Durante l'effettuazione di un tiro libero, il portiere non può muoversi e deve rimanere nella propria area di rigore e ad almeno cinque metri dal pallone.

8 / 13

Un calciatore batte un calcio di punizione diretto e il pallone entra nella sua porta malgrado il portiere sia riuscito a deviare leggermente la traiettoria del pallone. La rete non sarà considerata valida e il gioco sarà ripreso con un calcio d'angolo.

9 / 13

Durante l’esecuzione di un calcio di punizione effettuato da un calciatore dall’interno della propria area di rigore, l’avversario può entrare in possesso del pallone: dopo che il pallone è uscito dall’area di rigore.

10 / 13

Un calcio di punizione diretto o indiretto accordato all'interno dell'area di rigore a favore della squadra difendente può essere eseguito da un punto qualsiasi all’interno di detta area. Tutti i calciatori della squadra avversaria devono rimanere all’esterno dell’area di rigore.

11 / 13

Gli arbitri danno il segnale per autorizzare l’esecuzione di un tiro libero e prima che il pallone sia in gioco un calciatore della squadra attaccante commette un’infrazione. Se il pallone non entra in porta, gli arbitri interrompono il gioco che sarà ripreso con un calcio di punizione indiretto in favore della squadra difendente dal punto in cui è stata commessa l’infrazione.

12 / 13

Su tiro libero, se il calciatore non esegue la battuta entro 4 secondi dal fischio autorizzativo, l’arbitro dovrà attribuire un calcio di punizione indiretto alla squadra avversaria.

13 / 13

Se un calciatore esegue un tiro libero prima che gli arbitri abbiano dato il relativo segnale essi ne ordineranno la ripetizione e ammoniranno il calciatore.

Il tuo punteggio è

0%

Please rate this quiz

Mantieni attivo il cervello!!
Studia con i quiz interattivi!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: